tatjana heckmann : translations

Condizioni generali di contratto

Condizioni generali di contratto e di traduzione

§ 1 Disposizioni generali e ambito di applicazione

  1. Le seguenti Condizioni generali di contratto e di traduzione (CGCT) si applicano a tutti i contratti tra la signora Tatjana Heckmann (di seguito indicata come “la traduttrice”) e i suoi committenti, laddove questi siano imprenditori o persone giuridiche di diritto pubblico.
  2. Eventuali condizioni generali di contratto divergenti o complementari del committente diventano elementi del contratto solo qualora la traduttrice le abbia espressamente riconosciute.
  3. La lingua del contratto è il tedesco. Si applica esclusivamente il diritto tedesco.

§ 2 Conclusione del contratto

  1. Su richiesta orale, scritta o via e-mail del committente, la traduttrice gli sottopone un’offerta per la traduzione e/o la prestazione da lui richiesta. Presupposto essenziale per la conclusione di un contratto vincolante è innanzitutto la trasmissione dell’incarico a mezzo e-mail o l’invio di un incarico sottoscritto dal committente. Il contratto si perfeziona attraverso la conferma per iscritto o in forma testuale del contenuto dell’incarico ovvero con l’esecuzione della prestazione da parte della
  2. Le offerte della traduttrice sono senza impegno e non vincolanti. Sono validi i rispettivi prezzi indicati nella singola offerta. Ai prezzi netti indicati nelle offerte va aggiunta l’IVA prevista dalla legge.

§ 3 Prestazioni e terminologia

  1. La traduttrice si obbliga a tradurre nella lingua di destinazione concordata il testo trasmesso dal committente, in modo tale che esso non presenti carenze o vizi. Sarà cura della traduttrice eseguire la traduzione sostanzialmente senza abbreviazioni, aggiunte o altre modifiche del contenuto. In tale contesto la traduttrice si riserva di inserire commenti, note etc. ai fini della comprensione del testo nella lingua di destinazione e/o di correggere errori palesi; la traduttrice segnalerà tali correzioni al cliente.
  2. Se non diversamente convenuto, la prestazione della traduttrice comprende esclusivamente la traduzione nella lingua di destinazione di un testo messo a disposizione dal committente. Qualora le parti non abbiano concordato diversamente, la correzione delle bozze, il successivo layout del testo, la revisione linguistica, l’inserimento di grafici e immagini, nonché il montaggio di testi, la realizzazione di master di stampa o di documenti HTML / XML etc., saranno messi in conto in base al dispendio di tempo. Le traduzioni sono eseguite tenendo conto dell’uso linguistico, dell’ortografia e della grammatica in base alle regole comunemente riconosciute della lingua di destinazione convenuta. I termini tecnici e la terminologia specifica sono tradotti secondo il significato corrente e comune. Se il committente richiede per la traduzione una determinata terminologia o forma differente dalle regole generalmente riconosciute, questa dovrà essere utilizzata solo qualora sia espressamente convenuta contrattualmente. In tal caso il committente mette a disposizione le relative istruzioni (modelli di testo, testi paralleli, glossari e simili) in forma digitale editabile. Su richiesta della traduttrice il committente le accorda consulenza specialistica.

§ 4 Obblighi di cooperazione del committente

  1. Nel richiedere la presentazione di un’offerta, il committente informa la traduttrice sulle desiderate modalità di esecuzione della traduzione (finalità, consegna su supporti, formato del file, eventuale numero di esemplari, idoneità alla pubblicazione, aspetto esterno della traduzione etc.). Se la traduzione è destinata alla stampa, prima che la stessa sia data alle stampe la traduttrice riceve una bozza di stampa al fine di poterla ricontrollare. Di norma il committente presenta alla traduttrice i testi da tradurre in formato digitale editabile. Il materiale originale deve essere leggibile e va trasmesso alla traduttrice nel formato e nel termine indicato dalla Modifiche e integrazioni al materiale originale vengono in linea di massima trasmessi alla traduttrice d’intesa con la traduttrice segnalando le variazioni rispetto alla versione originaria.
  2. Nell’assegnazione dell’incarico il committente mette a disposizione della traduttrice le informazioni e i documenti necessari all’esecuzione della traduzione (terminologia specialistica del committente, immagini, disegni, tabelle, abbreviazioni, definizioni interne etc.).
  3. Il committente garantisce che la traduzione del testo di origine nonché la pubblicazione, la distribuzione, la vendita e qualsiasi altro utilizzo della traduzione richiesta non ledono alcun diritto di terzi e che egli è autorizzato senza limitazioni a far tradurre il testo. Il committente tiene indenne la traduttrice da qualsiasi rivendicazione di terzi in tal senso.

§ 5 Presa in consegna, obbligo di denuncia dei vizi, eliminazione dei vizi, periodo di garanzia

  1. Dopo l’ultimazione della prestazione, il testo e/o la prestazione concordata sono messi a disposizione del committente in forma scritta o testuale nel formato richiesto. Nel caso in cui il committente non sollevi obiezioni entro 14 giorni dalla ricezione della traduzione o della prestazione concordata, la traduzione o la prestazione concordata si considera allora accettata conformemente al contratto.
  2. I vizi palesi vanno denunciati senza indugio, al più tardi tuttavia entro 14 giorni.
  3. Il committente deve denunciare alla traduttrice, in forma scritta o testuale, i vizi palesi entro il termine di 14 giorni con la richiesta di eliminare il vizio indicato entro un congruo termine. Se l’eliminazione dei vizi non va a buon fine, il committente concede alla traduttrice una seconda possibilità per eliminarli. Se anche questo secondo tentativo fallisce, il committente è legittimato a richiedere la risoluzione del contratto o la riduzione dell’onorario pattuito.
  4. I vizi non palesi devono essere denunciati per iscritto alla traduttrice entro un termine di 14 giorni dalla loro scoperta. Ai restanti casi si applica il § 5 com. 3 delle presenti CGCT.
  5. Il periodo di garanzia è di 12 mesi dall’accettazione. Ciò non trova applicazione in caso di responsabilità obbligatoria della traduttrice a norma delle disposizioni di legge contemplate dal § 6. In tal caso si applica la disciplina legale.

§ 6 Responsabilità

  1. In caso di dolo o colpa grave la responsabilità della traduttrice è disciplinata secondo le disposizioni di legge. La responsabilità per garanzia sussiste a prescindere da colpa o dolo.
  2. In caso di colpa lieve la traduttrice risponde esclusivamente ai sensi delle norme della Legge tedesca sulla responsabilità per danno da prodotti, per lesione della vita, del corpo o della salute ovvero per violazione di obblighi contrattuali essenziali. Per violazione di un obbligo contrattuale essenziale si intende un obbligo il cui adempimento è essenziale per la regolare esecuzione del contratto e sulla cui osservanza il partner contrattuale può di norma fare affidamento.
    In caso di violazione degli obblighi contrattuali essenziali per colpa lieve, i diritti al risarcimento dei danni sono tuttavia limitati ai danni contrattuali tipici prevedibili, sempre che non si risponda per lesione della vita, del corpo o della salute. I danni contrattuali tipici prevedibili sono quelli che rientrano nello scopo di tutela della rispettiva norma contrattuale o di legge violata. La traduttrice risponde in egual misura in caso di colpa di suoi ausiliari o rappresentanti.
  3. Le disposizioni del comma precedente si estendono ai casi di risarcimento del danno accanto alla prestazione, di risarcimento del danno in luogo della prestazione e di diritto al rimborso di spese inutilmente sostenute – a prescindere dalla ragione giuridica, inclusa la responsabilità per vizio, mora o impossibilità.
  4. Le precedenti disposizioni non implicano una modifica dell’onere probatorio a danno del committente.

§ 7 Termini di consegna e mora

  1. Qualora la traduttrice non abbia indicato un termine di consegna espressamente come termine tassativo, esso non rappresenta un termine di consegna vincolante e garantito.
  2. Se la traduttrice è colpevolmente in ritardo con la prestazione convenuta e il committente dimostra di aver subito un danno in seguito al ritardo, questi può richiedere un risarcimento danni forfettario. Il risarcimento danni forfettario ammonta all’1% dell’onorario pattuito per ogni giorno completo di ritardo, tuttavia esso può complessivamente ammontare al massimo al 50% dell’onorario convenuto. Resta impregiudicato il diritto del committente di recedere dal contratto.
  3. Le precedenti disposizioni non implicano una modifica dell’onere probatorio a danno del committente.

§ 8 Diritti d’autore e di utilizzazione

  1. Se attraverso la prestazione della traduttrice sono create opere – complete o in parti – ai sensi del diritto d’autore, in ragione della prestazione messagli a disposizione il committente è legittimato all’utilizzo e allo sfruttamento delle opere per lo scopo contrattualmente previsto, senza limitazioni territoriali, contenutistiche e temporali. Nell’ambito dello scopo contrattualmente previsto il committente ha diritto a elaborare e modificare la prestazione nonché a cederla a terzi. In questo caso il committente è autorizzato a citare la traduttrice come autrice del testo solo in accordo con la stessa. L’utilizzo della prestazione della traduttrice al di fuori dello scopo contrattualmente previsto richiede l’espresso consenso della traduttrice.
  2. Il § 8 com. 1 cpv. 1 e 2 delle CGCT non si applica all’esecuzione di una traduzione asseverata. Una traduzione asseverata è una traduzione la cui completa corrispondenza all’originale viene attestata da un traduttore a ciò autorizzato da un tribunale. Le traduzioni di documenti ufficiali (ad es. estratti del registro delle imprese, certificati o diplomi) devono di regola essere sempre asseverate. Il committente non ha diritto di elaborare o modificare una traduzione asseverata.
  3. Se durante la propria attività la traduttrice crea per il committente una banca dati terminologica specifica o una memoria di traduzione (“Translation Memory”, TM) o elabora ulteriormente un’esistente banca dati del committente, in deroga al § 8 com. 1 i diritti di autore e di utilizzo delle banche dati o della parte di esse elaborata dalla traduttrice spettano esclusivamente alla traduttrice. Ciò non si applica se le parti hanno espressamente convenuto diversamente.

§ 9 Riservatezza

  1. La traduttrice tratta con la massima riservatezza le informazioni ricevute nell’ambito degli incarichi, anche dopo la cessazione del rispettivo incarico.
  2. La traduttrice offre al committente di stipulare appositi accordi di riservatezza e non divulgazione.

§ 10 Corrispettivo e condizioni di pagamento

  1. Nella misura in cui le parti non abbiano espressamente convenuto diversamente, la traduttrice mette in conto al committente la prestazione concordata subito dopo la trasmissione della traduzione ovvero delle prestazioni concordate contemplate dal § 3. La fattura è immediatamente esigibile per l’intero importo.
  2. Per incarichi di valore superiori ai 1.500,00 €, con l’affidamento dell’incarico diviene esigibile il 30% dell’onorario concordato. Per quanto concerne l’importo residuo si applica il § 10 com. 1 delle presenti CGCT.
  3. Tutti i diritti connessi alla traduzione o alle prestazioni spettano alla traduttrice fino al completo pagamento del corrispettivo.

§ 11 Disposizioni in materia di tutela dei dati personali

  1. La presente informativa sulla protezione dei dati personali si applica al trattamento dei dati da parte della Titolare del trattamento: Tatjana Heckmann, Am Handanger 16, 31832 Springe, Deutschland, email: tht@tatjanaheckmann.de, tel: +49 (0) 5041 971 355.
  2. Il committente della traduttrice potrà contare sullo svolgimento corretto e senza intoppi dell’incarico. Nell’ambito della sua esecuzione è inevitabile la memorizzazione di determinati dati del committente mediante l’ausilio di strumenti tecnici. Accettando l’incarico la traduttrice raccoglie una serie di dati personali come cosiddetti dati di base, indispensabili per poter eseguire l’incarico senza difficoltà. Nel corso del suo svolgimento vengono tuttavia salvati solo i dati assolutamente necessari all’adempimento del contratto. La traduttrice raccoglie e utilizza dati personali del committente esclusivamente nel quadro delle disposizioni della normativa vigente in materia di protezione dei dati. La traduttrice raccoglie, elabora e utilizza le seguenti informazioni:
    appellativo, nome, cognome, un indirizzo email valido, indirizzo, numero di telefono (fisso e/o mobile), ulteriori informazioni necessarie per l’attuazione di eventuali esistenti diritti all’adempimento o di garanzia e per l’accertamento in sede giudiziaria di eventuali diritti nei confronti del committente.
    La raccolta dei dati avviene allo scopo di poter identificare il committente come cliente, fornire la prestazione in modo adeguato e tempestivo ai fini della fatturazione nonché per l’attuazione e l’esercizio di diritti reciproci. Il trattamento dei dati avviene su richiesta del committente ed è obbligatorio per le finalità summenzionate ai sensi dell’art. 6, par. 1, prima frase, lett. B del RGPD (Regolamento UE 2016/679 sulla protezione dei dati).
  3. Ai fini dell’esecuzione dell’incarico i dati personali acquisiti dalla traduttrice vengono salvati fino allo scadere dell’obbligo di conservazione previsto dalla legge e successivamente sistematicamente eliminati, nella misura in cui non siano più necessari all’adempimento o all’avvio del contratto e/o non continui ad esistere un legittimo interesse della traduttrice all’ulteriore conservazione dei dati. Qualora la cancellazione venga imposta dall’esercizio di diritti di terzi intervenienti, i dati in questione saranno immediatamente cancellati.
  4. Laddove sia necessario per l’esecuzione dell’incarico ai sensi dell’art. 6, par. 1, prima frase, lett. B del RGPD, i dati personali del committente saranno trasmessi a terzi. Rientra in particolare in questa fattispecie la trasmissione a un subcontraente della traduttrice o all’impresa di trasporto incaricata della consegna della traduzione. I dati trasmessi possono essere utilizzati da terzi esclusivamente per gli scopi succitati. La trasmissione a terzi avviene per il resto solamente con il consenso del committente.
  5. Il committente ha il diritto
    ai sensi dell’art. 7, par. 3 RGPD, di revocare in ogni momento il consenso precedentemente accordato alla traduttrice. Ciò comporta che la traduttrice non potrà più proseguire in futuro il trattamento dei dati basato su tale consenso;
    a norma dell’art. 15 RGPD, di ottenere informazioni sui dati personali trattati dalla traduttrice. Il committente può in special modo ottenere informazioni sulle finalità del trattamento, sulla categoria dei dati personali trattati, sui destinatari o sulle categorie di destinatari a cui i dati personali sono stati o saranno comunicati, sul periodo di conservazione dei dati personali previsto – ove possibile – e –laddove non possibile – sui criteri utilizzati per determinare tale periodo, sull’esistenza del diritto di chiedere al titolare del trattamento la rettifica, la cancellazione, la limitazione del trattamento dei propri dati personali o di opporsi al loro trattamento, sul diritto di proporre reclamo a un’autorità di controllo, sulle informazioni disponibili sull’origine dei propri dati –  qualora essi non siano raccolti presso la traduttrice –, nonché sull’esistenza di un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione ed eventuali informazioni significative concernenti i loro dettagli.
    ai sensi dell’art. 16 RGPD di  ottenere senza ingiustificato ritardo la rettifica dei suoi dati personali inesatti e l’integrazione dei dati personali incompleti conservati presso la traduttrice.
    ai sensi dell’art. 17 RGPD, di ottenere dalla traduttrice l’immediata cancellazione dei dati personali, salvo che il trattamento non sia necessario per l’esercizio del diritto alla libertà di espressione e di informazione, per l’adempimento di un obbligo legale, per motivi di interesse pubblico o per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria;
    ai sensi dell’art. 18 RGPD, di ottenere la limitazione del trattamento dei propri dati personali nel caso in cui il committente contesti l’esattezza dei dati personali, il trattamento sia illecito ma il committente si opponga alla cancellazione dei dati personali, la traduttrice non ne abbia più bisogno ai fini del trattamento ed essi siano necessari al committente per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria o egli si sia opposto al trattamento ai sensi dell’articolo 21, paragrafo 1 del RGPD;
    ai sensi dell’art. 20 RGPD, di ricevere i suoi dati personali forniti alla traduttrice in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico e di chiedere la trasmissione di tali dati a un altro titolare del trattamento;
    ai sensi dell’art 77 RGPD, di proporre reclamo all’autorità di controllo. Di regola il committente può rivolgersi a tal scopo all’autorità di controllo competente per il suo abituale luogo di residenza, posto di lavoro o la sede della ditta della traduttrice.
  6. Nella misura in cui i dati personali del committente sono trattati sulla base del legittimo interesse ai sensi dell’art.6 par. 1, prima frase, lett. f del RGPD, egli ha il diritto, a norma dell’art. 21 RGPD, di opporsi al trattamento dei suoi dati personali laddove sussistano motivi connessi alla sua situazione particolare.
  7. Il committente può esercitare il proprio diritto di opposizione semplicemente inviando un’email a: tht@tatjanaheckmann.de
  8. La traduttrice ha predisposto misure di sicurezza tecniche e organizzative per la protezione dei dati, in particolar modo contro la perdita, la manipolazione e l’accesso non autorizzato. La traduttrice adegua regolarmente le misure di sicurezza al continuo sviluppo della tecnologia.

Il testo delle presenti condizioni generali di contratto è stato redatto da Hermann J. Bauch, Paul-Finger-Str. 12, 50858 Colonia, Germania, a meno che non rispecchi in modo letterale o analogo le disposizioni di legge. I contenuti sono soggetti al diritto d’autore tedesco. La duplicazione, la modifica, la distribuzione e qualsiasi tipo di sfruttamento al di fuori dei limiti del diritto d’autore richiedono il consenso scritto dello studio legale Hermann J. Bauch.